Come pensano le foreste

Per un’antropologia oltre l’umano di Eduardo Kohn

I segni non sono una questione esclusivamente umana. Tutti gli esseri viventi comunicano attraverso segni. […] Il nostro statuto d’eccezione non è la fortezza che pensavamo di occupare. Un’antropologia che si concentri sulle relazioni che noi umani intratteniamo con gli esseri non umani ci spinge a fare un passo oltre l’umano.

Così Eduardo Kohn, al termine del capitolo introduttivo di Come pensano le foreste, libro pubblicato nel 2013 e oggi finalmente tradotto in italiano grazie ai tipi di Nottetempo (come, qualche anno fa, l’imperdibile La caduta del cielo di Davi Kopenawa e Bruce Albert).

All’interno di Resilienze prosegue il percorso, tra filosofia e antropologia, di problematizzazione del rapporto tra natura e cultura e tra umano e non umano.

Dopo aver parlato di prospettivismo (tramite la produzione di Eduardo Viveiros De Castro) e di Actor-network Theory (con La sfida di Gaia di Bruno Latour), in questo incontro affrontiamo un lavoro denso ma accessibile che innesta reciprocamente etnografia (presso la foresta di Avila, in Ecuador) e semiotica (a partire dal lavoro pionieristico di Charles Sanders Peirce), per capire cosa l’ecosistema della foresta può insegnarci a proposito del nostro statuto “speciale” nel mondo, sulla strada di un’antropologia che va oltre la distinzione tra umano e non umano e semmai sottolinea l’importanza di occuparsi di tutti gli esseri viventi.

Per partecipare prenota qui.

***

⚠️

N.B. Gli eventi del Festival sono gratuiti ma per partecipare è OBBLIGATORIO prenotarsi.

⚠️

 Inoltre, a seguito del nuovo decreto del Governo, dal 6 agosto per accedere agli eventi promossi da Kilowatt a Le Serre dei Giardini, TUTTI GLI OSPITI HANNO L’OBBLIGO DI PRESENTARE LA CERTIFICAZIONE VERDE COVID19- GREEN PASS (non richiesta ai bambini di età inferiore a 12 anni compiuti).

La Certificazione verde COVID-19, in formato digitale o cartaceo, si ottiene:

*se la persona ha effettuato almeno la prima dose di vaccino anti Covid-19;
*se guarita da COVID-19 nei 6 mesi precedenti;
*se risultata negativa a un tampone molecolare o rapido nelle 48 ore precedenti.

Per ulteriori informazioni sul Green Pass ti invitiamo a visitare il sito web del Governo.